News

Progetto “L’arte dell’inclusione”

PROGETTO “L’ARTE DELL’INCLUSIONE: Laboratori di empowerment per persone in stato di fragilità sociale”.

L’8 settembre alle 16 si é tenuto al MAR di Ravenna l’ultimo importante step del progetto, che ha visto i beneficiari delle attività, direttamente coinvolti nella fase di racconto di sé e del percorso svolto.
Azione che ha ricevuto il patrocinio del comune di Ravenna.

Inoltre sono intervenuti in presenza:
GIANLUCA BARONCINI, Assessore Politiche Sociali Comune di Ravenna,
LAURA GAMBI, Presidente cooperativa sociale LibrAzione,
ANDREA SANGIORGI, Consorzio Sol.Co.,
MATTEO ZAULI, Museo Carlo Zauli,
GIOVANNA BRONDINO, cooperativa sociale LibrAzione,
VALENTINA GENTILE, cooperativa sociale LibrAzione,
ANTONELLA BASSENGHI, ceramista,
È intervenuta da remoto: la fotografa ALESSANDRA DRAGONI.

Target coinvolti nel progetto:

  1. adulti in stato di fragilità sociale (utenti dei servizi della coop.va La Pieve e della coop.va CEFF): obiettivo é rafforzare fiducia nelle proprie capacità relazionali nel tessere fili significativi con le comunità di appartenenza.
  2. minori di età 6 – 16 anni: obiettivo é creare occasioni di socialità, scambio e confronto.

Punto di partenza:

soggetti fragili che negli ultimi due anni si sono trovati in di isolamento e di scarsa socialità a seguito della situazione determinata dalla pandemia che ha acuito condizioni di fragilità e in taluni casi ne ha fatte emergere di nuove.

Azioni svolte:

  1. Labs per la creazione di narrazioni e immagini sui vissuti/luoghi della comunità:
    1. A) Lab di fotografia volti a una rilettura del proprio tessuto sociale,
    2. B) Lab di socializzazione tramite il medium filmico e letterario volti al confronto, rilettura educativa di esperienze emergenti dai partecipanti vissute nella pandemia tratte da film e libri per giovani cittadini.
  2. Labs di empowerment per adulti fragili: percorsi esperienziali volti a sviluppare competenze personali,professionali di artigianato, arte contemporanea (ceramica), arte della tradizione locale.

Contribuiscono economicamente alla realizzazione del progetto:

  • La Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
  • Il CONSORZIO SOL.CO Ravenna, La PIEVE, La CEFF

Partner di progetto: Museo Carlo Zauli.

 

Documentazione

Torna su